Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione ed altre funzioni. Continuando ad usare questo sito, tu concordi che questi tipi di cookie siano salvati sul tuo dispositivo.

Vedi l'Informativa sulla Privacy

Vedi e-Privacy Directive Documents (Direttiva Europea)

Hai rinunciato ai cookie; in questo modo alcune funzionalità del sito potrebbero risultare compromesse (ad es. sarà impossibile effettuare il Login). Questa decisione può essere ribaltata.

Hai accordato il permesso ché i cookie siano salvati sul tuo computer. Questa decisione può essere ribaltata.

IBAN

Modalità di incasso dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Cuneo:

C/C ORDINARIO presso Tesoriere UBI BANCA - Sede di CUNEO
IBAN: IT 76 B 03111 10200 000000010240

 

 

FATTURAZIONE ELETTRONICA

CODICE UNIVOCO UFFICIO FATTURE ELETTRONICHE PER L'ORDINE INGEGNERI DI CUNEO: UFMRX9
Accedi alla pagina di dettaglio su www.indicepa.gov.it

A partire dal 31 marzo 2015, nell’ambito del progetto di informatizzazione della Pubblica Amministrazione è previsto, anche per gli Enti Locali, il passaggio alla fatturazione elettronica. A decorrere da tale data, pertanto, questo Ordine non potrà più accettare fatture che non siano trasmesse in modalità elettroniche secondo il formato di cui all’allegato A «Formato della fattura elettronica» del D.M. 03/04/2013 n. 55.

Inoltre, trascorsi 3 mesi dalla medesima data, questa Amministrazione non potrà procedere ad alcun pagamento, nemmeno parziale, sino alla ricezione della fattura in formato elettronico.

Per le finalità di cui sopra, l’articolo 3 - comma 1 - del citato Decreto prevede che l’Amministrazione individui i propri Uffici deputati alla ricezione delle fatture elettroniche inserendoli nell’Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA), che provvede a rilasciare per ognuno di essi un Codice Univoco Ufficio secondo le modalità di cui all’allegato D «Codici Ufficio».

Il Codice Univoco Ufficio è un’informazione obbligatoria della fattura elettronica e rappresenta l’identificativo univoco che consente al Sistema di Interscambio (SdI), gestito dall’Agenzia delle entrate, di recapitare correttamente la fattura elettronica all’ufficio destinatario.

A completamento del quadro regolamentare, si segnala che l’allegato B «Regole tecniche» al citato Decreto, contiene le modalità di emissione e trasmissione della fattura elettronica alla Pubblica amministrazione per mezzo dello SdI, mentre l’allegato C «Linee guida» riguarda le operazioni per la gestione dell’intero processo di fatturazione.

Le fatture o documenti equivalenti dovranno contenere:

  • l’oggetto del contratto
  • il Cig
  • l'annotazione "scissione dei pagamenti" (D.M. 23 gennaio 2015).

 

Oltre al “Codice Univoco Ufficio” che deve essere inserito obbligatoriamente nell’elemento “Codice Destinatario” del tracciato della fattura elettronica, è indispensabile indicare nella fattura o documento equivalente anche le seguenti informazioni:

  • Codice Unitario Progetto (CUP) (ove ricorra il caso)
  • Codice Identificativo Gara (CIG)
  • Impegno registrato in contabilità n. ………………………………


Infine si invita a voler verificare, per quanto di proprio interesse, le «Specifiche operative per l’identificazione degli uffici destinatari di fattura elettronica» pubblicate sul sito www.indicepa.gov.it e la documentazione sulla predisposizione e trasmissione della fattura elettronica al Sistema di Interscambio disponibile sul sito www.fatturapa.gov.it .